Tanti auguri Mamma!

 

Fra qualche giorno sarà la ‘Festa della Mamma’ e proprio a lei vorrei dedicare queste righe.

E’ un modo per renderle omaggio, abbandonandomi a dei ricordi qua e là e a qualche riflessione.

Ricordo sempre con grande tenerezza i piccoli momenti di intensa condivisione che mi facevano stare davvero bene, in totale serenità. Quando mi asciugava i lunghi capelli, ci davamo lo smalto a vicenda, giocavamo a pallavolo in giardino. Mi sentivo a casa, ovunque fossimo. Mia mamma per me c’è sempre stata, anche nei momenti in cui non sono stata capace di rendermene conto (può succedere).

E’ da sempre una colonna portante, un faro sempre visibile, un riferimento certo carico di affetto incondizionato. Un porto sicuro dove approdare in qualsiasi istante con la certezza di essere accolta a braccia aperte. Grazie anche a lei ho iniziato a viaggiare con passione ed è uno dei doni più belli che potesse farmi.

 

Sempre più mi rendo conto dell’importanza che ha per me e  per la mia ‘nuova’ famiglia. In realtà col temine famiglia‘ mi piace pensare a un nucleo allargato, fatto di persone che si amano a prescindere dal grado di parentela nell’albero genealogico.

 

La famiglia adesso è prevalentemente meno numerosa rispetto al passato. Vuoi che abbiamo meno figli, in media , vuoi che più raramente generazioni diverse convivono sotto lo stesso tetto. Cio’ può anche essere un bene per certi aspetti ma io non cambierei mai la mia infanzia e adolescenza nella stessa casa con genitori e nonni. Loro, i miei nonni materni, fonte infinita di saggezza, esempio, insegnamento e amore. Loro, due pilastri fondamentali con un ruolo cruciale nella mia vita, in ciò che sono diventata e in ciò che vorrei essere.

 

Con un’esperienza tale non posso far altro che sperare e dare tutto il mio contributo affinché anche mio figlio possa sperimentare lo stesso coi suoi nonni.

 

 

Mia mamma è molto giovane e forse non le si addice nemmeno tanto l’appellativo di ‘nonna’. E’ per questo che troppo spesso faccio l’errore di dare molte cose per scontate, come la sua energia e dinamicità.

Il fatto è che sono abituata a pensarla quasi più come a una sorella, in fatto di età. Ma sarà sempre così?

Noi cresciamo, i nostri figli anche (troppo velocemente) e i genitori di conseguenza. I ruoli pian piano si capovolgono e dolcemente, quasi senza accorgercene, diventiamo noi il loro punto di riferimento.

 

E’ una maturità inevitabile e anche se può sembrare poco piacevole io la trovo assolutamente positiva. Abbiamo l’occasione di mettere in pratica ciò che abbiamo imparato, di prenderci cura di chi l’ha fatto per noi da sempre (e per certi versi non smetterà mai). E’ un’evoluzione affascinante accompagnata dal sentimento più forte e importante che abbiamo: l’amore. E se, come si suol dire, la nonna è mamma due volte, io non posso che confermarlo.

 

Il contributo di mia mamma è di grandissima importanza, sia dal lato pratico che da quello morale. E’ sempre disponibile, attenta e felice di poter essere di aiuto. Non posso quindi che augurare a noi , come genitori, e a mio figlio di averla accanto in questo modo il più a lungo possibile e condividere insieme la quotidianità. Straordinariamente in famiglia.

Per tutto ciò che sei stata, che sei e sarai.

Grazie mamma. 🙂

 

   

Per la tua mamma prenota qui un controllo dell’udito gratuito e senza impegno oppure telefona al numero 800 069 100.

Se vuoi sapere chi effettuerà il controllo e con quali mezzi leggi qui.

 

 

 

Sharing is caring
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://travelbreath.it/2017/05/11/festa-della-mamma/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *