Salisburgo in un giorno | Travelbreath

Austria nel cuore

Da tempo avevamo voglia di Austria. Desiderio di verdi paesaggi, paesini pittoreschi, alte montagne e città a misura d’uomo, da poter esplorare a piedi comodamente e in tutta tranquillità. Ne ho già parlato e ne parlerò ancora, ma oggi vorrei soffermarmi su una tappa in particolare : Salisburgo.

 

–> POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE ALTRI POST SULL’AUSTRIA <–

 

Salisburgo, città del sale

E’ stato proprio il sale a dare il nome a Salisburgo: Salz-burg ovvero ‘città del sale‘. Le miniere sono state una risorsa fondamentale e fonte di grande ricchezza e potenza tanto da essere addirittura chiamato ‘oro bianco‘.

Ma veniamo a noi. Oggi Salisburgo è una città meravigliosa, di grande fascino barocco e curata nei minimi dettagli. Vi si organizzano feste, manifestazioni ed è sede di importanti eventi legati sopratutto alla musica e al teatro. 

A Salisburgo ci si muove benissimo a piedi e in poche decine di minuti si è in grado di attraversarla in lungo e largo. Il mio consiglio è però quello di viverla molto ‘slow’, passeggiando fra le stradine ed esplorandone gli angoli più nascosti.

Noi, per esempio, ci divertivamo a scovare i passaggi seminascosti fra un quartiere e l’altro: stretti varchi tempestati di negozietti dove talvolta si aprono corti interne con locali e altri esercizi commerciali.

Salisburgo
Mirabell

Avendo poco più di un’intera giornata a disposizione abbiamo optato per un walking tour guidato che ci desse un’infarinatura generale e ci raccontasse un po’ di storie e particolarità che difficilmente si trovano nelle comuni guide turistiche cartacee.

Così con la nostra Alexandra di Panorama Tours , con voce squillante e sorriso instancabile, ci ha accompagnato attraverso un percorso a piedi della durata di circa 1ora e 30, toccando i punti di maggior interesse.

 

Panorama Tours

Mirabell

Mirabell

 

Punto di partenza Mirabellplatz.

 

Il percorso ha inizio attraverso il Mirabellgarten, dei giardini incredibilmente colorati e affascinanti , arricchiti di statue, fontane e geometrie frutto del grandissimo e costante lavoro dei giardinieri.

 

Alla fine dei giardini si entra in Mozart-Platz , dove si trova la casa di Mozart. In realtà più conosciuta è quella ‘gialla’ nel centro storico che però è dove Wolfgang ha trascorso l’infanzia.

 

Di fianco c’è anche l’abitazione di Herr Doppler ( detto così non vi dirà molto), matematico e fisico austriaco famoso per aver ipotizzato l’effetto ‘Doppler‘, utilizzato  anche in medicina moderna.

 

Makartsteg è un romantico ponte pedonale, detto ‘ponte degli innamorati’, una passerella molto gettonata dalle coppiette che usano attaccare un lucchetto come simbolo d’amore. Da qui si ha una vista veramente suggestiva a tutto tondo sulla città.

Makartsteg

 

Attraverso la  Griegasse si entra nel fulcro del centro storico, col suo Duomo, il celebre orologio Glockenspiel con ben 35 campane e la Franziskanerkirche collegata al Residenz.

Fate un salto al Grunmarkt, un mercato all’insegna del green che si tiene ogni giorno in Piazza dell’Università.

La Festspielhaus è la famosissima sala concerti dove si tengono eventi anche molto importanti come il Festival di Salisburgo , in agosto.

Al numero 9 di Getreidegasse c’è la casa natale di Mozart, una casa museo con un’ampia collezione di strumenti, partiture e altri oggetti  appartenuti al musicista e compositore. E’ una strada lunga e stretta, con le caratteristiche insegne in metallo che sporgono dalle facciate degli edifici. Un tempo servivano per segnalare la merce principale in vendita nel negozio, oggi hanno valenza storica e decorativa, oltre che pittoresca.

E’ qui che termina il walk tour ed è qui che abbiamo salutato Alexandra, promettendo di tornare presto a trovarla.

Gedriedgasse

 

sALZBURG

 

Salisburgo non può essere riassunta in pochi punti e perdonatemi se ho cercato di schematizzarla ma questo mio post vuole anzitutto essere di spunto a chi si approccia per la prima volta alla città. 

 

Abbiamo lasciato fuori la Fortezza di Hohensalzburg, Hellbrunn, il castello di Mirabell, Petersfriedhorf e altro ancora ma con  questa breve infarinatura mi piacerebbe che vi venisse voglia di visitarla e di viverla.

 

Dolcezze austriache

In quanto a deliziosi dolciumi l’Austria ne ha abbastanza da raccontare. Fra i miei preferiti in assoluto la  celebre Sacher Torte (tipica viennese), i Mozartkugeln ( palle di Mozart, made in Salzburg), Apfelstrudel e Palatschinken.  A proposito di eccellenze dolciarie, qualcuno di voi ha mai provato la  Linzer Torte? 

La Linzer Torte, ovvero torta di Linz, è una torta austriaca che prende il nome proprio dall’omonima città. Tradizionalmente viene preparata (e consumata) durante le festività natalizie ed è molto diffusa in Europa centrale e anche in Nord America con una leggera variazione nella ricetta.

 

 

 

Linzer Torte : provatela anche a casa!

Insomma, una torta deliziosa e gustosa che potrete provare anche a casa vostra grazie alla ricetta di LadiesAreBaking . Questo post infatti fa parte della loro rubrica #worldfoodLAB dove saranno proposte tipicità dal mondo, proprio in abbinamento alla destinazione trattata dal travel blogger di turno. Potrete quindi viaggiare anche con i sapori della tavola, mica male, no?  

 

 

Dove dormire

La nostra esperienza è stata eccezionale. Abbiamo optato per un B&B subito fuori città, per comodità avendo l’auto al seguito.  HAUS BALLWEIN offre sistemazioni sia in appartamento che in camere; in entrambi i casi si ha diritto a una ricca colazione preparata e servita direttamente da una sorridente e premurosa padrona di casa. I proprietari sono estremamente disponibili, gentili e con tanta voglia di scambiare qualche chiacchiera. 

Il centro è raggiungibile in pochi minuti d’auto oppure con circa 10/13min. di autobus ( nr.21 ).

Haus Ballwein

 

–> Parcheggi : noi abbiamo parcheggiato al ‘Altstadt Garage‘, ricavato nella roccia della Moenchs Berg. E’ strutturato a più livelli e incastonato nella ‘montagna’, con accesso privilegiato al ‘Festspielhauser’. In parole povere, a ridosso del centro storico. In ogni caso ve ne sono molti altri, tutti con facile accesso al centro città.

 

Tips

Ente del turismo austriacohttp://www.austria.info/it

Ufficio del turismo di Salisburgohttp://www.salzburg.info/it

 

 

 

Grazie per il vostro tempo, spero questo post vi sia stato utile.

#Travelbreath

 

 

 



Booking.com

Sharing is caring
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://travelbreath.it/2017/03/20/salisburgo-un-giorno-travelbreath/

19 thoughts on “Salisburgo in un giorno | Travelbreath

  1. Sai che è da un po’ che bramo l’Austria! Ho voglia di partire con la macchina e fermarmi dove mi va! Certo che per essere così piccina, ci sono tante cose belle da vedere a Salisburgo! Sarà sicuramente una tappa del mio futuro viaggio in The Road ??

    1. Ciao Lucia, in effetti Salisburgo sembra (ed è) piuttosto piccola ma offre davvero infinite possibilità . Tieni conto che qui ho sintetizzato molto. Attendo allora tuoi post austriaci, sulle orme di Sachertorte e Apfelstrudel 😉 GRazie!

    1. Beh, un motivo in più per tornarci in estate. Noi siamo stati fortunatissimi con giornate calde e soleggiate e i giardini in fiore. Grazie 😉

  2. Che bella che è Salisburgo, ci sono stata sia in inverno che in estate. MA un giorno solo non basta per vedere tutte le bellezze di questa città

    1. Concordo con te, ci sono davvero un sacco di cose da fare e vedere. Infatti penso ci torneremo presto. Grazie!

  3. Salisburgo mi è piaciuta un sacco, sono stata qualche anno fa ma…non ho ancora scritto nulla! Prima o poi devo rimediare! 🙂

  4. Io non sono mai stata in Austria, ma dalla tua descrizione Salinsburgo deve essere proprio una bella città da visitare! E poi vedere le stradine e i luoghi meno affollati è una cosa che adoro fare!

    1. Ciao! E’ bellissima Salisburgo e dovresti assolutamente farci un salto , in Austria. Offre una marea di opportunità e ci sono posti davvero deliziosi. Grazie 😉

  5. Pensa che siamo tornati a Salisburgo ad inizio gennaio, per una full immersion nella città, dopo una prima visita del 2003!
    Cosa non abbiamo fatto in quella giornata…ho ancora mal di schiena al solo pensiero. In fondo Salisburgo è piccina ma davvero super ricca di posti da visitare ?
    Claudia B.

    1. Grazie Claudia, concordo con te : è piena di cose da fare e da vedere. Considera che noi siamo stati fortunatissimi ad incontrare un clima mite e soleggiato che ci ha regalato dei colori accesi meravigliosi. 😉

  6. Mi hai fatto fare un salto indietro nel passato!!!! 🙂 Quando ero io una bambina e con i miei genitori abbiamo visitato Salisburgo e la casa museo di Mozart. E’ come la ricordavo 😉

    1. Ciao ! Anche io c’ero già stata ma questa volta me la sono proprio gustata. Certamente questo è un estratto : Salisburgo non finisce mai di stupire. Grazie per il commento 😉

    1. Ciao, grazie mille per il commento. In effetti anche io c’ero stata molti anni fa e mi sono accorta di quanto Salisburgo fosse ancora più fascinosa e bella rispetto a come la ricordavo. E’ davvero incantevole, deliziosa (come dici tu) e molto romantica. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *