La mia destinazione del cuore: l’ Irlanda. Vi spiego perché.

Irlanda sempre nel cuore

Pensando a questo post mi sono trovata non poco in difficoltà. Ho amato moltissimo la maggior parte dei luoghi che ho visitato e di ciascuno porto un pezzettino con me, perciò la scelta è stata dura.

Ho imparato ad apprezzare anche gli imprevisti perché spesso generano opportunità (mai affermazione fu più vera). Perciò dovendo  individuare  ‘il mio luogo del cuore’ mi sono scontrata con pensieri affollati di immagini, sensazioni, emozioni e ricordi da non saper da che parte cominciare.

Belli miei, l’imbarazzo della scelta mi ha a durissima prova. Poi però ho ceduto da una vocina dolce e ammaliante che diceva : “scegli me, scegli me!”.

 

Non sarà un luogo, né un edificio specifico e nemmeno uno dei tanti musei che adoro. La mia destinazione del cuore è un’isola intera che a pieni voti si è  guadagnata l’appellativo di ‘isola di smeraldo’: l’ Irlanda.

 

 

 –> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE : ITINERARI D’IRLANDA <–

 

 

Sarà che…

Sarà che l’ho immaginata fin da piccola che ho atteso di momento poterla visitare. Sarà che poi l’ho pianificata minuziosamente, tappa per tappa, nei tempi e nelle attività. Che poi, col senno di poi e per i miei gusti di adesso, forse sarebbe stato meglio lasciare un po’ più spazio al ‘caso’.

Sarà per l’atmosfera che vi si respira, per i prati verdissimi, i castelli incredibili,  i paesini color pastello e i cieli pazzeschi.

Saranno i suoi panorami selvaggi, la storia antichissima e la gente allegra, coinvolgente e ospitale. E quelle musiche incalzanti che non puoi far a meno di ballare.

 

 

A spasso per l’Irlanda

Il mio primo viaggio in Irlanda, anni or sono, mi sono resa conto di averla amata da sempre.

Ricordo l’eccitazione sul bus dall’aeroporto al centro di Dublino, in una tarda serata d’agosto con tanto di immancabile pioggerellina. In realtà non è vero che piove sempre, è più corretto dire che pioviggina spesso, anche più volte al giorno in certe stagioni.

Il clima è notoriamente variabile ma basta organizzarsi. Infatti variabile vuol dire alternanza meteorologica grazie alla quale i colori si accendono e i grigi lasciando a meravigliosi momenti di sole splendente con un cielo blu e limpido da lasciare senza fiato. 

 

Ci siamo innamorati di Dublino passeggiando per Grafton Street e pranzando a base di fish&chips davanti a St.Patrick’s Cathedral. Con  ‘Dublinia‘ siamo tornati al tempo dei Vichinghi  per poi brindare al ‘Gravity Bar’ del Guinness Storehouse ammirando la città con vista dall’alto a 360°. Abbiamo esplorato il meravigliosoTrinity College, trascorso le serate nei pub ascoltando musica dal vivo e passeggiato fra le stradine animate di vita notturna a Temple Bar.

Dublinia

 

Abbiamo dormito in hotel, ostelli, bed&breakfast e manieri. Insomma, di tutto un po’, sperimentando la disponibilità e la convivialità di questo popolo straordinario.

Ascoltando le loro storie, la loro musica e anche la loro lingua. Sapete che ci sono delle aree dove si parla ancora l’antico idioma irlandese? Si chiamano Gaeltach e qui anche i cartelli sono in gaelico! (anzi, certe vole SOLO in gaelico) 🙂

 

Siamo stati su scogliere uniche al mondo, le Cliffs of Moher e nel Dingle in spiagge bianchissime con mare cristallino dove gruppetti di bambini giocavano rincorrendosi sul bagnasciuga (gelato!).

Ci siamo avventurati alle Araan fra le onde altissime di un “bel” mare vigoroso, per poi scorrazzare in bicicletta fra muretti a secco, case in pietra e panorami fiabeschi. Sempre a Inishmore abbiamo visitato i resti di un’antica fortificazione a picco sul  mare, col vento sferzante da farci arrivare in faccia le gocce di oceano un centinaio di metri sotto di noi.

Burren

 

 

A Rock of Cashel ho scoperto la storia di Saint Patrick, protettore d’Irlanda, e visto l’unico e originale ‘Pozzo di San Patrizio’. Vi siete mai chiesti perché usiamo questa espressione?

 

Poi è stata la volta dei paesaggi desolati del Connemara, fra torbiere, stagni e cottage isolati qua e là.

Come spiegare poi le Giant’s Causeway? (Lo so’, siamo sconfinati in Northern Island, direte voi. Ma io non faccio distinzione: nel cuore ho l’isola d’Irlanda, a prescindere dalle divisioni di sorta). Dicevamo… incredibili formazioni esagonali di basalto allineate con maestria che spuntano dal mare, proprio come resti di un antico cammino di ‘gigante’ con origine chissà dove. O meglio, forse l’origine si può intuire. Infatti a nord-ovest della Scozia, zona isola di Mull, esiste un’isolotto intero della stessa identica fattura, l’isola di Staffa.

 

Credo che ormai si sia capito : l’ Irlanda ci ha regalato emozioni davvero intense e bellissime esperienze

 

Insomma, questa è davvero un breve estratto molto concentrato di ciò che sono stati i miei viaggi in Irlanda e spero davvero di aver trasmesso, almeno in parte, quello che rappresenta per me questa terra incantevole. 

  

Inishmore – Aran Islands

 

Rock of Cashel
Clonmacnoise

 

 

 

 #4 Viaggio Virtuale fra le blogger

Questo post fa parte del #ViaggioVirtuale organizzato con le altre blogger del gruppo Progetto Blog. Il tema di questo mese è “IL MIO LUOGO DEL CUORE”.

 

#1 Scopri insieme a me il luogo che ha un posto di prima classe all’interno del mio cuore. Viaggiando A Testa Alta – Il mio luogo del cuore 

 

#2 Le case colorate del centro, il profumo di pesce, il lungomare. Questa è Caorle, il mio luogo del cuore.

 

#3 Il borgo di Monterosso è il mio luogo del cuore che col passare degli anni è diventato più turistico ma è rimasto affascinante. Monterosso, il mio luogo del cuore

 

#4 Scoprite con me le meraviglie della Sicilia, con i suoi colori e i suoi profumi. Un pezzo del mio cuore è rimasto là. La Sicilia, il mio luogo del cuore

 

#5 Il posto del cuore delle CognaTHE’ è la loro città, Firenze. Scoprite con loro un thè nero dedicato a questa meravigliosa città e al suo Duomo Santa Maria del Fiore.  Firenze, Santa Maria del Fiore

 

#6 Vi racconto la storia del Mare Baltico, il posto nel quale mi sento sempre a casa e da dove sono partita per scoprire il mondo virtuale. Dal Mar Baltico al gruppo di facebook

 

#7 Un itinerario per scoprire (o riscoprire) Londra, il mio luogo del cuore.

 

#8 Mariacarla . MyFloreschic . Il mio luogo del cuore La valle di Casies

 

#9 Ho viaggiato tanto per l’Europa, ma c’è un luogo dove ho lasciato il mio cuore, un’immensa sala piena di libri, La biblioteca del Trinity College, a Dublino.

 

#10 Canazei è un gioiello…aprire la finestra e guardare fuori è un miracolo che si ripete ogni mattina, passeggiare fra le sue case colorate, curate e piene di fiori è un privilegio. Canazei, il mio luogo del cuore

 

#11 Vi racconto una storia fatta di gasse d’amante, fiocchi e venti. Il mio luogo del cuore fra cime e vele

 

 

 

 

Buon Viaggio!

🙂

 

Ladies View

 

 

 

 

 

Sharing is caring
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://travelbreath.it/2017/03/15/destinazione-luogo-del-cuore-irlanda/

13 thoughts on “La mia destinazione del cuore: l’ Irlanda. Vi spiego perché.

  1. Fai bene a non fare distinzione tra Eire e Irlanda del Nord, perchè anche l’Irlanda del Nord ha luoghi incantevoli: Derry, con il toccante quartiere di Bogside, il Donegal e l’Inishowen.

    1. Mi fa piacere che tu la pensi come me: i luoghi sono strepitosi e da favola. Grazie del commento 😉

    1. Muahaha, ti è piaciuta? Sai bene a cosa mi riferisco… meteo variabile, no? Un abbraccio e grazie!!! Smack 😉

    1. Davvero Stefania, non ho parlato dell’ottima birra. Rimedierò in un prossimo post 😉

  2. e un paese stupendo, verde e tranquillo. Paesaggi stupendi. Ho passato una delle più belle vacanze della mia vita

  3. Ultimamente ovunque mi giri e ovunque legga, tutto mi parla di Irlanda. Poi leggerne oggi che è San Patrizio direi che lo devo prendere come un segno del destino 😉 io leggo, salvo e spero di poterti chiedere presto informazioni dettagliate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *