Itinerari d’Irlanda – weekend fra le meraviglie del sud-est | Travelbreath

 

Irlanda. L’isola di Smeraldo

Non posso nascondere il mio amore profondo per questa terra incantevole e non lo farò, anzi. Ho in programma di scriverne per tutti i gusti, in lungo e largo, seguendo gli itinerari che abbiamo personalmente sperimentato e cercando di trasmettere quanto questi luoghi ci hanno emozionato.

Di Irlanda si  può parlare in varie ‘salse’. Comunque vada, sarà un successo! (spero) 😉

 

Percorrendo le sue strade lungo campagne sconfinate, torbiere, villaggi pittoreschi, si ha la sensazione come di viaggiare nel tempo. Anche lungo le rotte più battute è facile imbattersi in qualche ‘chicca’ che non ti aspetti o in uno scorcio da lasciarti senza fiato e incollarti con gli occhi sognanti a scrutare verso l’orizzonte.

 

Perché l’Irlanda ti mette a tuo agio e soprattutto ti stupisce, sempre.

 

Tanti i percorsi che si possono intraprendere, più o meno a tema e certamente tutti interessanti. Allora che fare? Oggi andiamo nella Costa Celtica!

 

La Costa Celtica

La Costa Celtica è la zona sud/sud-est dell’Isola e fa parte dell’area conosciuta come ‘Ancient East’ , ovvero l’insieme dei territori con le testimonianze più antiche di storia millenaria.  Un percorso che può esser fatto tranquillamente in un weekend, sia da Cork che da Dublino.

Scopriremo insieme:

  • Powerscourt Estate
  • Waterford
  • Hook Lighthouse

 

 

Powerscourt Estate

Poco a sud di Dublino si entra nella Contea di Wicklow con i suoi laghi, le montagne e i paesaggi pittoreschi. E’ qui che si trova Powerscourt, una magnifica proprietà di circa 400 ettari che rappresenta il fiore all’occhiello di questa regione.

 

Nella realizzazione della tenuta Lord Powerscourt si è lasciato ispirare dalle bellezze viste e visitate durante i suoi soggiorni nelle residenze più signorili d’Europa.

powerscourt

powerscourt

 

La Residenza è sontuosa ed elegante. Le varie sale ospitano botteghe di artigianato locale, oreficeria e gastronomia. Uscendo dalla terrazza, il panorama che si apre è incredibile. Scalinate, sculture, cancelli, aiuole di ogni forma e colore, piante e fiori ovunque. Il tutto incorniciato sullo sfondo dalle suggestive Wicklow Mountains (peraltro ambientazione di molti set cinematografici).

A Powerscourt niente è lasciato al caso. Non stupisce il fatto che i suoi giardini siano così famosi e rinomati – classificati fra i più belli al mondo (al 3° posto secondo il National Geographic) – . Sono degli autentici capolavori: il raffinato Italian Garden, i sentieri e le cavità nascoste del Japanese Garden , rose ovunque e piante aromatiche. Ah già, c’è anche il cimitero degli animali da compagnia (il più grande dell’isola). 

 

A fine visita non perdete l’esperienza di un break al “Avoca Terrace Cafè” con magnifica vista sulla proprietà, o in alternativa una bella pinta di birra al “McGillis” pub. O tutte e due. 

 

Quasi dimenticavo : Powerscourt è anche un hotel con i fiocchi, perciò se cercate un soggiorno di charme in una location strepitosa e con servizi di ottimo livello, beh, avete trovato la soluzione che fa per voi!

powerscourt

 

powerscourt

 

Waterford

Waterford è una cittadina dalle origini vichinghe a pochi chilometri dal mare, nella costa sud dell’isola. E’ di stampo medievale con stradine piccole e ordinate, perpendicolari al fiume.

Le mura che una volta costeggiavano il fiume ad oggi non sono più visibili, eccezion fatta per la Reginald Tower, una fortezza in pietra affacciata sull’argine del fiume. A suo tempo fu prigione e poi zecca, oggi invece è un museo molto interessante da visitare come anche il Waterford Treasures dove si possono ammirare antichi reperti e tesori vichinghi.

 Waterford

 

Possiamo parlare di Waterford senza fare accenno al celebre cristallo? Ma certo che no!

 

L’azienda Waterford Crystal ha alle spalle oltre 200 di storia e di tradizione. Ad oggi ci lavorano oltre 1500 persone fra disegnatori, intagliatori e soffiatori.

>>Visita guidata, assolutamente consigliata.

 

E’ così affascinante poter assistere alla lavorazione del vetro che non c’è da lasciarsi sfuggire l’occasione. I mastri vetrai, abilissimi, fanno sembrare la loro arte come fosse la cosa più naturale e semplice di questo mondo. I mastri tagliatori mettono in pratica tecniche di lavorazione imparate e memorizzate durante la loro carriera che ha inizio con ben 8 anni di ‘apprendistato’.

Aggirarsi per l’azienda e vederli in opera è di una magia unica: gesti precisi, movimenti rapidi, tocco d’artista. Trapani e frese diamantate sono semplici strumenti con cui però vengono realizzate creazioni davvero complesse.

 

Da un singolo e anonimo pezzo di vetro escono capolavori famosi in tutto il mondo. Tanto per dirne una, è la Waterford Crystal che dal 2000 realizza la sfera di capodanno di Time Square.

 

Waterford

 

Per i trofei sportivi si predilige invece la tecnica dell’intaglio, quella pratica con cui più si ‘affonda’ scavando nel blocco di vetro e più  le immagini prenderanno risalto, viste al contrario.

per prenotare >> Waterford Visitor Centre)

ingresso adulti da € 12,50 ca , bambini gratuiti fino a 5 anni

 

Se avete ancora un paio d’ore di tempo fate un salto anche a Dunmore East, un tipico villaggio con case dai tetti in paglia e porticciolo con pescherecci colorati. Molto, ma molto pittoresco.

 

waterford crystal

 

Hook Head

Sull’estuario dato dall’unione dei Suir e Barrow sorge la penisola di Hook che i vichinghi chiamavano ‘Vadra Fjord’ (da qui probabilmente ‘Waterford’). La punta a estremo sud prende il nome di Hook Head, uno stretto promontorio di roccia rossa su cui svetta un grosso faro – impossibile non notarlo – imponente come un guardiano che vigila l’ingresso del porto .

Hook Lighthouse , coi suoi 36 metri di altezza e un’età attorno agli 800 anni (portati benone!) è uno dei più antichi fari al mondo .

Fu costruito dagli anglo-normanni e per secoli è stato custodito dai monaci. Ad oggi è visitabile con tour guidato. A proposito, siete mai stati su un faro? Per noi è stata un’esperienza fantastica!

Le mura sono spesse molti metri e i locali semplici ed essenziali. Via via che si sale, le stanze si fanno sempre più piccole, fino a raggiungere la sommità e quindi l’uscita superiore.

Qui sfido chiunque a non restare senza fiato davanti allo splendore della che si gode: una vista a 360° sulla baia e sulla sconfinata campagna irlandese. Il vento può essere davvero molto forte perciò occorre organizzarsi e non dimenticare il k-way.

Conclusa la visita ci sarà modo di consumare un ottimo tè o un pasto caldo comodamente seduti alla caffetteria, dalle cui vetrate (al calduccio) gustare lo spumeggiare del mare aperto. 

per prenotare >> Hook Lighthouse & Heritage Centre 

ingresso adulti € 9,00 , bambini gratuiti fino a 4 anni

 

 

Tips

sito web >> Turismo Irlandese 

sito web >> Irlandando

 

Ti è piaciuto questo post?

La tua opinione per me è molto importante  😉 

 

Grazie del tuo tempo.

#Travelbreath



Booking.com

Sharing is caring
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://travelbreath.it/2017/02/15/itinerari-d-irlanda-weekend-nell-ancient-east/

20 thoughts on “Itinerari d’Irlanda – weekend fra le meraviglie del sud-est | Travelbreath

  1. Adoro l’Irlanda quindi sarò un’affezionata lettrice di tutti i tuoi post sul paese! Ci sono stata da sola un pò di anni fa, ho fatto un giro da nord a sud che mi ha davvero coinvolto e mi piacerebbe tornarci con marito e figlio!!

    1. Ciao Paola, noi l’abbiamo adorata. Io sono stata varie volte ma non mi stancherà mai, ne sono certa. Devete assolutamente andarci insieme, e se ti serve qualche suggerimento sono qua 😉 Grazie!

    1. Ciao Stefania, sono certa che ti piacerebbe moltissimo. Puoi rimediare quindi, no? Grazie per il tuo commento 😉

  2. Sono entrata in crisi con questo post! Ho sentito riaffiorare con prepotenza, tutto il Mal d’Irlanda che mi accompagna dal viaggio del 2011…
    Che bello questo itinerario? ! Me ne sono innamorata: mano a mano che leggevo, mi sono sentita attirare nel tuo viaggio.
    Grazie per avermi fatto rivivere un attimo di Irlanda ?
    Claudia B.

    1. Congratulazioni e benvenuta nel club dei ‘malati d’Irlanda’. Ironia a parte ti ringrazio moltissimo!

  3. Sono rimasta rapita dall’hook lighthouse!a parte il paesaggio da cartolina,sapere che è uno dei fari piu antichi del mondo me lo fa piacere ancora di piu! Ultimamente ho letto tantissime cose su questa terra,che mi hanno fatto venire voglia di visitarla,spero al piu presto! 🙂 e no..mai stata su un faro…DEVO ASSOLUTAMENTE RIMEDIARE!

    1. Ciao, grazie mille per il tuo commento. Francamente l’esperienza di Hook è stata incantevole e poi la magia di questa terra si respira davvero in ogni angolo. Dalle torbiere ai manieri, le città, i paesini colorati e le serate al pub con sottofondo musicale dal vivo. Adoro l’Irlanda e penso che questo sia il primo di mooolti post. 😉

      1. Sono troppe le persone che sento si sono completamente innamorate di questo posto…sono sicura che deve avere qualcosa di veramente speciale non solo nei paesaggi ,ma nelle sensazioni che regala a chi lo vistita! Sono gia convinta di volerci andare al piu presto! 😉

  4. È il mio sogno…ancora irrealizzato…insieme alla Scozia! Il problema è che avendo famiglia sparsa tra Londra e la contea di Norfolk ogni volta che prenoto un volo per le isole oltremanica, è per andare lì e non sono ancora riuscita a fare davvero la turista! Quel faro poi…mamma mia ?! Io li adoro…potrei pensare ad un viaggio alla ricerca dei fari più belli del mondo per fotografarli col mare in burrasca! Ma torniamo coi piedi per terra, adoro come scrivi…è una lettura leggera, che ti cattura e ti fa venire voglia ti partire subito ?

    1. Lucia, ti ringrazio di cuore! I tuoi complimenti mi riempiono di gioia, credimi. Per quanto riguarda i paesaggi i effetti sembrano davvero cartoline (non è merito della fotografa ;P ) e il faro di Hook per me è stata un’esperienza memorabile, suggestiva all’ennesima potenza. Comunque non hai scuse, tira fuori la turista che è in te 🙂 Un abbraccio.

  5. L’Irlanda è ai primi posti nella mia lista dei viaggi da fare.
    Sogno di correre in quei verdissimi prati e scoprire tanti luoghi nuovi!
    Bellissimo articolo e fotografie stupende. 🙂

  6. L’Irlanda mi manca, a parte una breve visita di Dublino in gita scolastica (di cui mi rimangono foto un po’ sfuocate e buie!). Sono intenzionata a rimediare al più presto ma con un giro più esteso, quindi i tuoi post mi saranno assolutamente utili! 🙂

  7. Ho studiato a Galway, ho visto il Connemara, le cliff of moher, le isole araan e i primi paraggi e l’Irlanda è davvero meravigliosa!!!
    Spero di tornarci presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *