Come organizzare un viaggio in Scozia

image_pdfimage_print

 

State organizzando un viaggio in Scozia? Allora siete nel posto giusto!

Con questo post cercherò di non parlarvi di quanto meravigliosa sia questa terra (se siete qua probabilmente già lo immaginate). Vorrei invece darvi un po’ di informazioni pratiche e suggerimenti utili per pianificare e organizzare il vostro itinerario.

 

Fort Augustus
Fort Augustus – Caledonian Canal

Come arrivare

La Scozia è collegata direttamente da molti aeroporti italiani, principali e non. 

Noi siamo atterrati a Glasgow, per poi proseguire con tratta domestica verso le isole Orcadi.

Se doveste a fare queste combinazioni, vi suggerisco di prestare moltissima attenzione ai codici aeroportuali. Per esempio nel nostro caso Ryanair atterrava a Glasgow Prestwick (PIK), circa 50 miglia a sud della città, ben collegato con poco più di 1 h di treno (un paio all’ora).  La tratta interna partiva invece da Glasgow Intl. (GLA).

Perciò, occhio! Più che altro per prevedere i corretti tempi di coincidenza.

 

Altra raccomandazione: le compagnie, soprattutto low-cost, stanno particolarmente attente a peso e misure del bagaglio. Il supplemento extra-bagaglio per kg è generalmente piuttosto consistente.

 

 

Tobermory
Isle of Mull – Tobermory

Spostamenti

Noi li abbiamo provati un po’ tutti: treni, traghetti, auto a noleggio e devo dire che ci siamo trovati benissimo.

Traghetti – le compagnia principali sono la Caledonian Mc Brayne (CalMac) e la Northlink, sopratutto da/per isole Orcadi ed Ebridi. Se dovete imbarcare l’auto informatevi prima, potreste non trovare posto.

 

Treni – quando e se possibile è preferibile acquistare in anticipo i biglietti onde evitare dispendio inutile di tempo e non usufruire di eventuali promo; si possono acquistare sul web, nelle stazioni ma anche telefonicamente con carta di credito. Ci sono vari itinerari panoramici, date un’occhiata al sito. Ricordate di conservare il biglietto fino all’uscita della stazione ferroviaria! (onde evitare multe)

Photo Credit www.visitscotland.com

Autonoleggio – nei maggiori centri, ma anche nei punti strategici di interesse turistico, non sarà difficile trovare un  car rental. C’è da considerare però che molto spesso sono dei garage convenzionati e può accadere che abbiano un numero limitato (anche limitatissimo) di auto. Onde per cui, non improvvisate ma prenotate prima di partire!

 

Quando prenotate una macchina a noleggio controllate sempre i requisiti del guidatore (21/25 anni) e accertatevi di avere una carta di credito valida e intestata al conducente. Al momento del ritiro può succedere che sia ‘congelato’ un importo a garanzia, perciò verificate il plafond con la banca e fate le dovute valutazioni.

Alcune agenzie locali non richiedono la carta di credito a garanzia, come suggerito da Francesca di www.scoziaviaggi.it . In ogni caso, l’importante è informarsi bene prima di partire, per non lasciare niente al caso ed incorrere in spiacevoli imprevisti.  😉 

 

Controllate bene anche le clausole di copertura dell’assicurazione e l’ammontare della franchigia in caso di danni o furto. Che significa? Vuol dire che, anche in caso di danno minimo, potrebbe essere richiesto il pagamento dello scoperto (franchigia). In molti casi, previo supplemento, è possibile ‘abbatterla‘ e sentirsi più sereni.

 

Questione seggiolino auto  – dipende dall’età del bimbo ma controllate bene il costo e non date per scontato di trovarlo se non l’avete prenotato. Costa sicuramente meno portarlo da casa perché l’imbarco sull’aeromobile è gratuito ma potrebbe essere poco pratico. Qualunque scelta voi facciate, l’importante è che la sicurezza stia al primo posto, o no?

 

Stavo quasi dimenticando: in Scozia si guida al contrario. Vale a dire che il volante  è a destra e si guida sul lato sinistro della strada:  right-hand drive BUT drive on the left!‘ Può spaventare l’idea ma in realtà ci si prende la mano senza troppi problemi. 

 

Il fly&drive è il modo migliore di affrontare una vacanza itinerante in Scozia. C’è un’ampia scelta di strade panoramiche che regalano emozioni fortissime e panorami mozzafiato.

Ultimo suggerimento: come per i voli, fate attenzione all’agenzia di ritiro dell’auto! Può accadere che via siano vari punti di pick-up , scegliete quello più comodo in base a dove arrivate o dove alloggiate. 

 

Orkney
Orkney Islands – Stromness

 

Alloggi

Hotel , B&B, ostelli, alloggi ecologici, campeggi , castelli e luoghi insoliti. La scelta è davvero ampia, per tutti i gusti e tutte le tasche. Per come siamo fatti noi, che amiamo molto la dimensione “umana” del viaggio, il B&B è quello che preferiamo.

Le nostre esperienze su questo fronte sono state splendide, davvero meravigliose. Il momento della colazione, e certe volte anche della cena, diventa un’occasione conviviale e di confronto davvero speciale. Abbiamo incontrato padroni di casa che, non esagero, ci hanno accolto come fossimo di famiglia, con un calore davvero difficile da spiegare a parole. 

Scozia Thurso
B&B a Thurso

 

Quando andare?

Il fascino scozzese è sprigionato in ogni stagione. Premesso ciò, io la preferisco in estate. Agosto  è il periodo in cui più facilmente si può godere di qualche splendida giornata di sole, oltre che assistere ai Giochi delle Highlands. Tenete ben presente che il clima è molto variabile e in estate le temperature massime si aggirano sui 20°C. Quindi, vestirsi “a cipolla” e K-way sempre a portata di mano.

 

Tips

 

Gli  “iCentres” sono gli  uffici di informazione turistica. Ecco la mappa di dove trovarli

Ci sono inoltre gli “iKnow”, una rete di partner con profonda conoscenza del territorio,  che garantiscono supporto e informazioni utili.

 

 www.visitscotland.com

E non dimenticate di condividere l’esperienze con l’hashtag #ScotSpirit

 

NB > Se usate lenti a contatto  assicuratevi di averle con voi in quantità sufficiente per la durata del viaggio. In Scozia, per poterle acquistare, occorre la ricetta del medico (che qui non è necessaria) e, in caso non l’abbiate con voi, dovrete passare una visita da un oculista locale e SOLO successivamente sarete autorizzati all’acquisto. Perciò attenzione 😉

 

Consigli di lettura (per grandi e piccini)

 

 

 

 

Vi è stato utile questo post? 

Fatemi sapere cosa ne pensate.

 

Grazie del vostro tempo  😉 

Scozia castelli 

 

 

 

 



Booking.com

Sharing is caring
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://travelbreath.it/2017/02/01/come-organizzare-un-viaggio-in-scozia/

22 thoughts on “Come organizzare un viaggio in Scozia

  1. Salvato tra i preferiti! Sono stata solo ad Edimburgo e l’ho adorata. La natura selvaggia della Scozia mi ricorda molto la mia Islanda: non posso che sognare di andarci al più presto!

    1. Ciao Valeria, assolutamente vero quello che dici: sono paesi che ti rapiscono il cuore. Noi l’abbiamo fatta in fly&drive prevalentemente, incluse le Orcadi. Uscirò presto con altri post descrivendo quelli che sono stati i nostri itinerari, perciò se ti fa piacere potrai seguirmi 🙂 Grazie!

    1. Ciao Stefania, ma davvero? Allora devi assolutamente tornare in Scozia ed estendere il tuo raggio d’azione. E’ una terra meravigliosa, a noi è rimasta nel cuore. A breve usciranno altri post coi nostri itinerari. Grazie del commento! 🙂

    1. Grazie, sono molto felice che tu lo abbia trovato utile. A breve usciranno gli altri post con gli itinerari nel dettaglio, comunque magari ti scrivo in pvt e ti anticipo il tutto, ok? 🙂

  2. Ma può essere che io leggo Scozia e non mi fermo a leggere? No, non può essere… A parte che sono stata cinque anni fa ma decisamente non mi è bastato, ogni volta che trovo “Orcadi” non capisco più una mazza! Perché io ci devo andare per forza *_*!
    Prossima volta devo convincere mio marito a guidare dalla parte sbagliata della strada però, perché voglio assolutamente fare tutto in autonomia. Potrebbe essere u’idea affidarsi alle agenzie locali? Oppure muoversi con un insieme di mezzi: autobus, treni, traghetti?
    Claudia B.

    1. Ciao Claudia, il tuo commento mi riempie di gioia (ma comune mezzo gaudio?) 😉
      Anche noi l’abbiamo amata tantissimo e vorremmo tornarci presto. Abbiamo iniziato il nostro itinerario proprio da Kirkwall: in estate, non ti dico che vedi il sole a mezzanotte ma le ore di luce sono davvero moltissime e ci ha regalato delle magnifiche sensazioni. A brevissimo usciranno gli altri post con l’itinerario nel dettaglio – seguimi, mi raccomando 😉 – ma ti anticipo un paio di cose (scrivimi pure in pvt se vuoi dettagli, sarò felice di darteli). In alta stagione ti suggerisco di prenotare le sistemazioni dall’Italia, risparmi tempo e hai tappe certe alle quali non pensare.Noi abbiamo fatto molto sul posto, però può capitare di dover fare deviazioni. Anche l’auto la prenoterei da qua, noi l’abbiamo presa a Kirkwall per qualche giorno e poi di nuovo a Inverness, fino alla fine del giro. Dal nord, Thurso, a Inverness abbiamo optato per il treno, fra le Highlands, ti godi il paesaggio e viaggi comodissimo. Alcuni piccoli spostamenti li abbiamo fatti col bus che, ti dico, funziona bene ma è un pochino più lento, naturalmente. Con traghetto abbiamo fatto tre tratte : Orcadi(Stromness) > Thurso solo passeggeri, da e per l’isola di Mull imbarcando l’auto. Conclusione? Funzionano molto bene. Ma vogliamo parlare dell’uscita in barca con avvistamento balene, pesci luna e squalo elefante? Non voglio anticipare troppo,grazie mille e buona giornata 🙂

      ps – qui trovi un post sulle Orcadi http://travelbreath.it/miei-post-anche/

  3. La Scozia è una terra che mi piacerebbe molto scoprire in maniera più approfondita…sono stata soltanto 3 giorni ad Edimburgo e mi piacerebbe girarmela con calma!

    1. Ciao Chiara, non è un mistero che noi amiamo molto in nord Europa e i paesi anglosassoni. Secondo me un bel viaggio fly&drive non lo scorderesti mai: la Scozia è meravigliosa! Grazie 🙂

  4. Salvato tra i preferiti!!! Quest’estate avevamo deciso di andare in Svezia ma causa problemi di ferie abbiamo dovuto rinunciare perché economicamente non conveniva più in altri periodi. Allora abbiamo iniziato a sognare la Scozia, alla quale pensiamo già da un po’…ovviamente on the road. Incrocio le dita e spero di doverti disturbare per info dettagliate 😉 che belle foto…un abbraccio

    1. Ciao Carmen, ma sai che ho scritto questo post proprio pensando a te? Mi avevi accennato all’eventuale viaggio e così mi son della : “caspita, non ho ancora parlato della Scozia!”
      Usciranno a breve altri post con itinerario dettagliato, ma se hai domande e posso aiutarti chiedi pure 🙂
      Grazie, un abbraccio anche a te
      (la foto delle HighlandsCow è la mia preferita, scattata con orgoglio quasi per caso)

  5. questo post arriva proprio nel momento giusto visto che sto organizzando un viaggio in Scozia questa estate. Ottimi suggerimenti . Post salvato tra i preferiti 🙂

    1. Wow, grazie. Allora poi ci racconterai com’è andata in Scozia 😉
      A breve uscirò con altri post , comunque se nel frattempo dovessi avere domande…io son qua.
      Grazie mille 🙂

  6. Che bello!! Unico appunto che magari può essere utile a molti! Io ho una attività di consulenza viaggi specializzata per la scozia e quando prepariamo viaggi sullo stile Fly&Drive, ci appoggiamo alle compagnie di autonoleggio locali perché alcune non richiedono la carta di credito!!!

    1. Ciao Francesca, inserisco l’informazione nel post, così potrà essere d’aiuto. Un saluto e grazie mille! 😉

  7. Aaaaah quanta voglia che mi fai venire! Ho inserito la Scozia nei miei TravelDreams di quest’anno perché m’intriga tantissimo…ho visto solo Edimburgo e Glasgow, ma che voglia avrei di guidare tra quei paesaggi! Il tuo post è ricco di informazioni utili, davvero apprezzabile! E bella l’idea degli Iknow, fighi questi scozzesi! 😀

    1. Ciao Agnese, quindi andrai in Scozia? Spero di sì, anzi, attendo foto, articoli ecc. Anzi, se hai bisogno di qualche suggerimento chiedi pure 😉
      In effetti gli Iknow sono un’idea fantastica, sarebbe da replicare anche altrove. Poi, nonostante se ne parli spesso diversamente, ho trovato negli scozzesi un grandissimo senso di ospitalità e disponibilità verso il prossimo, perciò non c’è dubbio che la cosa funzioni.
      Un abbraccio e grazie 🙂

  8. Condividiamo la stessa passione 🙂 Mi è piaciuto questo post ricco di informazioni e consigli, gli iKnow non li conoscevo, vado subito a dare un’occhiata 🙂 Buona giornata!
    Beatrice

    1. Che bello Beatrice, è un piacere condividere la stessa passione! Grazie per il tuo commento 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *